Blocco nervoso del plesso cervicale ecoguidato - NYSORA | NYSORA

Blocco nervoso del plesso cervicale guidato da ultrasuoni

Thomas F. Bendtsen, lo sceriffo Abbas e Vincent Chan

FATTI

  • Indicazioni: endoarteriectomia carotidea, chirurgia del collo superficiale (Figure 1 )
  • Posizione del trasduttore: trasversale al punto medio del muscolo sternocleidomastoideo (bordo posteriore)
  • Obiettivo: anestetico locale diffuso intorno al plesso cervicale superficiale o in profondità al muscolo sternocleidomastoideo
  • Anestetico locale: 5–15 ml

Figure 1 . Prevista distribuzione sensoriale del blocco del plesso cervicale.

CONSIDERAZIONI GENERALI

L'obiettivo di tecnica ecoguidata (US). del blocco nervoso del plesso cervicale superficiale consiste nel depositare anestetico locale in prossimità dei rami sensoriali delle radici nervose C2, C3 e C4 (Figure 2 e 3). Vantaggi rispetto al basato su punti di riferimento le tecniche includono la capacità di visualizzare la diffusione dell'anestetico locale sul piano corretto, che quindi aumenta la percentuale di successo, e di evitare un inserimento dell'ago troppo profondo e la puntura involontaria delle strutture vicine.

Figure 2 . Sito di iniezione di anestetico locale per blocchi nervosi del plesso cervicale superficiale, intermedio e profondo.

Figure 3 . Anatomia del plesso cervicale profondo e dei suoi rami principali e anastomosi.

Entrambi i blocchi nervosi del plesso cervicale superficiale e profondo ecoguidati sono stati ben descritti. Il blocco nervoso del plesso cervicale profondo è un blocco nervoso avanzato con il rischio di complicazioni potenzialmente gravi, come l'iniezione intratecale o l'iniezione nell'arteria vertebrale. Per questo motivo, ci concentreremo principalmente sulla tecnica del blocco nervoso del plesso cervicale superficiale. È più semplice, più sicuro e, per la maggior parte delle indicazioni, è adatto quanto il blocco nervoso del plesso cervicale profondo. Una comprensione del piani fasciali del collo e la posizione di ciascuno di questi blocchi nervosi è necessaria (Figure 2 ). Per il blocco nervoso del plesso cervicale superficiale, l'anestetico locale viene iniettato superficialmente nella fascia cervicale profonda. Per il blocco nervoso del plesso cervicale superficiale (intermedio), l'iniezione viene effettuata tra lo strato di rivestimento della fascia cervicale profonda e la fascia prevertebrale, mentre per il blocco nervoso del plesso cervicale profondo, l'anestetico locale viene depositato in profondità nella fascia prevertebrale.

ANATOMIA DEGLI ULTRASUONI

Il muscolo sternocleidomastoideo (SCM) forma un "tetto" sopra i nervi del plesso cervicale superficiale (C2-4) (vedi Figure 2 ). Le radici si uniscono per formare i quattro rami terminali (i nervi occipitale minore, auricolare maggiore, cervicale trasverso e sopraclavicolare) ed emergono da dietro il bordo posteriore del SCM (Figure 3, 4 e 5). Il plesso può essere visualizzato come una piccola raccolta di noduli ipoecogeni (aspetto a nido d'ape o strutture ovali ipoecogene [scure]) immediatamente profondi o laterali al bordo posteriore del SCM (vedi Figure 5 ), ma questo non è sempre evidente.
Occasionalmente, il nervo auricolare maggiore viene visualizzato sulla superficie superficiale dell'SCM come una piccola struttura rotonda, ipoecogena. L'SCM è separato dal plesso brachiale e dai muscoli scaleni dalla fascia prevertebrale, che può essere vista come una struttura lineare iperecogena. Il plesso cervicale si trova posteriormente al SCM e immediatamente superficiale alla fascia prevertebrale sovrastante il solco interscaleno (vedi Figure 5 ). A rigor di termini, la tecnica che descriviamo, con un'iniezione tra lo strato di rivestimento della fascia cervicale profonda e la fascia prevertebrale, è quindi un blocco nervoso del plesso cervicale intermedio.

Figure 4 . Anatomia del plesso cervicale. Il plesso cervicale emerge dietro il bordo posteriore del muscolo sternocleidomastoideo all'intersezione del muscolo con la vena giugulare esterna. 1: muscolo sternocleidomastoideo. 2: Processo mastoideo. 3: Clavicola. 4: Vena giugulare esterna. 5: nervo auricolare maggiore. Si vedono nervi sopraclavicolari che arrossano la clavicola.

Figure 5 . Plesso cervicale (vista trasversale). I rami del plesso cervicale (CP) sono visibili in superficie rispetto alla fascia prevertebrale, che copre i muscoli scaleni medi (MSM) e anteriori (ASM) e posteriormente al muscolo sternocleidomastoideo (SCM). Frecce bianche, che investono la fascia della fascia cervicale profonda; CA, arteria carotide; PhN, nervo frenico.

DISTRIBUZIONE DELL'ANESTESIA

Dal Compendio dell'anestesia regionale: Priming cognitivo per un blocco del plesso cervicale. 

Il blocco nervoso superficiale del plesso cervicale provoca l'anestesia della pelle del collo anterolaterale e delle aree ante-auricolari e retro-auricolari, nonché della cute sovrastante e immediatamente inferiore alla clavicola sulla parete toracica Figure 1 e 6). I nervi mentale, infraorbitale e sopraorbitale sono rami del nervo trigemino e non sono bloccati dal blocco del nervo del plesso cervicale.

Figure 6 . Innervazione della testa e del collo.

L'attrezzatura necessaria per un blocco nervoso del plesso cervicale include quanto segue:
• Macchina a ultrasuoni con trasduttore lineare (8–18 MHz), guaina sterile e gel
• Vassoio standard per blocchi nervosi
• Una siringa da 10 ml contenente anestetico locale
• Un ago da 5 cm, calibro 23-25 ​​collegato a un tubo di estensione a basso volume
• Guanti sterili

Scopri Attrezzature per Anestesia Regionale.

PUNTI DI RIFERIMENTO E POSIZIONAMENTO DEL PAZIENTE

È appropriata qualsiasi posizione del paziente che consenta un posizionamento confortevole del trasduttore a ultrasuoni e l'avanzamento dell'ago. Questo blocco nervoso viene tipicamente eseguito in posizione supina o semiseduta, con la testa leggermente girata di lato per essere bloccata per facilitare l'accesso dell'operatore (Figure 7 ). Il collo e la parte superiore del torace del paziente devono essere esposti in modo da poter valutare la lunghezza relativa e la posizione dell'SCM. Il bordo posteriore dell'SCM può essere difficile da localizzare, specialmente nei pazienti obesi. Chiedere al paziente di sollevare la testa dal letto può facilitare la palpazione del bordo posteriore dell'SCM.

Figure 7 . Blocco nervoso del plesso cervicale. (A) Approccio trasversale. (B) Approccio longitudinale.

GOAL

L'obiettivo di questo blocco nervoso è posizionare la punta dell'ago nello strato fasciale sotto l'SCM adiacente al plesso cervicale, che è contenuto all'interno dello spazio tissutale tra la fascia cervicale e la guaina posteriore dell'SCM. Se gli elementi del plesso cervicale non sono facilmente visualizzabili, l'anestetico locale può essere depositato nel piano immediatamente profondo al SCM e strato di rivestimento superficiale della fascia cervicale profonda e superficiale alla fascia prevertebrale. Di solito è sufficiente un volume di 5-10 ml di anestetico locale.

Dal Compendio di Anestesia Regionale: Reverse Ultrasound Anatomy per un blocco del plesso cervicale con inserimento dell'ago in piano e diffusione dell'anestetico locale (blu). GaN, nervo auricolare maggiore; SCM, muscolo sternocleidomastoideo; LCa, muscolo lungo del capo; LCo, muscolo lungo dei colli; MSM, muscolo scaleno medio; LsCa, muscolo longissimus capitis; LS, muscolo elevatore della scapola; SPL, muscolo splenius capitis; SECM, muscolo semispinale del capo.

TECNICA

Con il paziente nella posizione corretta, la pelle viene disinfettata e il trasduttore viene posizionato sul collo laterale, sovrastante l'SCM a livello del suo punto medio (circa il livello della cartilagine cricoidea).

Una volta identificato l'SCM, il trasduttore viene spostato posteriormente fino a posizionare il bordo posteriore rastremato al centro dello schermo. A questo punto si dovrebbe tentare di identificare il plesso brachiale e/o il interscalenico solco tra i muscoli scaleni anteriore e medio. Il plesso cervicale è visibile come un piccolo insieme di noduli ipoecogeni (di aspetto a nido d'ape) immediatamente superficiali alla fascia prevertebrale che sovrasta il solco interscaleno (vedi Figure 2  e 5).
Una volta identificato il plesso, l'ago viene fatto passare attraverso la pelle, il platisma e lo strato di rivestimento della fascia cervicale profonda e la punta viene posizionata adiacente al plesso (Figure 8 ). A causa della posizione relativamente bassa del bersaglio, è possibile utilizzare sia l'avvicinamento in piano (dal lato mediale o laterale) che quello fuori piano. Dopo l'aspirazione negativa, vengono iniettati 1-2 ml di anestetico locale per confermare il sito di iniezione corretto. Il resto dell'anestetico locale (5-15 ml) viene somministrato per avvolgere il plesso (Figure 9 ).

Figure 8 . Plesso cervicale superficiale (vista trasversale): percorso dell'ago (1) e posizione per bloccare il nervo del plesso cervicale (CP). L'ago si vede posizionato sotto il bordo laterale del muscolo sternocleidomastoideo (SCM) e superficiale alla fascia prevertebrale con il trasduttore in posizione trasversale (vedi figura 7a). ASM, muscolo scaleno anteriore; CA, arteria carotide; MSM, muscolo scaleno medio.

Figure 9 . Plesso cervicale (vista trasversale): distribuzione desiderata di anestetico locale (area ombreggiata in blu) al blocco nervoso del plesso cervicale. Percorso dell'ago: 1. ASM, muscolo scaleno anteriore; CA, arteria carotide; PC, plesso cervicale; MSM, muscolo scaleno medio; SCM, muscolo sternocleidomastoideo.

Se il plesso non viene visualizzato, può essere utilizzato un approccio alternativo substernocleidomastoideo. In questo caso, l'ago viene fatto passare dietro l'SCM e la punta è diretta a giacere nello spazio tra l'SCM e la fascia prevertebrale, vicino al bordo posteriore dell'SCM (Figure 7b, 10 e 11). Viene somministrato un anestetico locale (5-15 ml) che deve essere visualizzato stratificato tra l'SCM e la fascia prevertebrale sottostante (Figure 12 ). Se l'iniezione di anestetico locale non sembra produrre una diffusione adeguata, potrebbero essere necessari il riposizionamento dell'ago e ulteriori iniezioni. Poiché il plesso cervicale è costituito da nervi puramente sensoriali, di solito non sono richieste alte concentrazioni di anestetico locale; ropivacaina 0.25–0.5%, bupivacaina 0.25% o lidocaina 1% sono sufficienti

Figure 10 . Plesso cervicale (vista longitudinale): elementi del plesso cervicale (CP) sotto il bordo laterale del muscolo sternocleidomastoideo (SCM).

Immagine 11. Plesso cervicale (vista longitudinale): posizione dell'ago per bloccare il nervo del plesso cervicale (CP).

Figure 12 . Plesso cervicale (visione longitudinale): diffusione desiderata dell'anestetico locale sotto la fascia cervicale profonda per bloccare il nervo del plesso cervicale (CP).

CONSIGLI

La visualizzazione del plesso non è necessaria per eseguire questo blocco nervoso perché il plesso potrebbe non essere sempre immediatamente visibile. La somministrazione di 10 ml di anestetico locale in profondità all'SCM fornisce un blocco nervoso affidabile senza che sia necessario confermare la posizione del plesso.

RIFERIMENTI

  • Aunac S, Carlier M, Singelyn F, De Kock M: L'efficacia analgesica del blocco del plesso cervicale superficiale e profondo combinato bilaterale somministrato prima dell'intervento chirurgico alla tiroide in anestesia generale. Anesth Analg 2002;95:746–750.
  • Christ S, Kaviani R, Rindfleisch F, Friederich P: Brief report: identificazione del grande nervo auricolare mediante ecografia e stimolazione del nervo transcutaneo. Anesth Analg 2012;114:1128–1130.
  • Demondion X, Herbinet P, Boutry N, et al: Mappatura ecografica del normale plesso brachiale. Am J Neuroradiol 2003;24:1303–1309.
  • Eti Z, Irmak P, Gulluoglu BM, Manukyan MN, Gogus FY: il blocco bilaterale del plesso cervicale superficiale riduce il fabbisogno analgesico dopo un intervento chirurgico alla tiroide? Anesth Analg 2006;102:1174–1176.
  • Flaherty J, Horn JL, Derby R: Anestesia regionale per chirurgia vascolare. Anesthesiol Clin 2014;32:639–659.
  • Guay J: Anestesia regionale per chirurgia carotidea. Curr Opin Anaesthesiol 2008; 21:638–644.
  • Narouze S: Sonoanatomia delle radici del nervo spinale cervicale: implicazioni per il blocco del plesso brachiale. Reg Anesth Antidolorifico 2009;34:616.
  • Roessel T, Wiessner D, Heller AR, et al: Blocco del plesso interscalenico ad alta risoluzione guidato da ultrasuoni per endoarteriectomia carotidea. Reg Anesth Antidolorifico 2007;32:247–253.
  • Soeding P, Eizenberg N: Articolo di revisione: considerazioni anatomiche per la guida ecografica per l'anestesia regionale del collo e dell'arto superiore. Can J Anaesth 2009;56:518–533.
  • Tran DQ, Dugani S, Finlayson RJ: un confronto randomizzato tra blocco del plesso cervicale superficiale ecoguidato e basato su punti di riferimento. Reg Anesth Antidolorifico 2010;35:539–543
  • Usui Y, Kobayashi T, Kakinuma H, Watanabe K, Kitajima T, Matsuno K: una base anatomica per il blocco del plesso cervicale profondo e del tratto simpatico cervicale utilizzando una tecnica ecoguidata. Anesth Analg 2010;110:964–968
  • Choquet O, Dadure C, Capdevila X: Blocco del plesso cervicale profondo o intermedio ecoguidato: l'obiettivo dovrebbe essere lo spazio cervicale posteriore. Anesth Analg 2010;111:1563–1564
  • Dhonneur G, Saidi NE, Merle JC, Asfazadourian H, Ndoko SK, Bloc S: Dimostrazione della diffusione dell'iniettato con blocco del plesso cervicale profondo: una serie di casi. Reg Anesth Antidolorifico 2007;32:116–119
  • Seidel R, Schulze M, Zukowski K, Wree A: Ultraschallgesteuerte intermediäre zervikale Plexusanästhesie; Anatomische Untersuchung [Blocco del plesso cervicale intermedio ecoguidato: studio anatomico]. Anestesista 2015;64:446–450
  • Calderon AL, Zetlaoui P, Benatir F, et al. Blocco del plesso cervicale intermedio ecoguidato per endoarteriectomia carotidea utilizzando un nuovo approccio anteriore: uno studio osservazionale prospettico a due centri. Anestesia 2015; 70:445–451
  • Saranteas T, Kostopanagiotou GG, Anagnostopoulou S, Mourouzis K, Sidiropoulou T: un metodo semplice per bloccare il plesso nervoso cervicale profondo utilizzando una tecnica ecoguidata. Terapia intensiva di Anaesth 2011;39:971–972
  • Perisanidis C, Saranteas T, Kostopanagiotou G: blocco del nervo del plesso cervicale intermedio e profondo combinato ecoguidato per l'anestesia regionale nella chirurgia orale e maxillofacciale. Dentomaxillofac Radiol 2013;42:29945724
  • Sandeman DJ, Griffiths MJ, Lennox AF: blocco del plesso cervicale profondo ecoguidato. Terapia intensiva di Anaesth 2006;34:240–244.