SAFIRA™: iniezione SAFer per anestesia regionale - Previene l'iniezione sopra i 20 psi - NYSORA

Esplora gratuitamente la knowledge base di NYSORA:

SAFIRA™: SAFER Injection per anestesia regionale – Previene l'iniezione sopra i 20 psi

 

Mentre complicazioni come danni ai nervi transitori o gravi a seguito di procedure di anestesia regionale sono relativamente rare, quando si verificano possono avere un impatto significativo sia per i pazienti che per i medici. La nuova tecnologia SAFIRA™ ha una funzione di sicurezza integrata per promuovere un'iniezione più sicura durante le procedure di anestesia regionale, prevenendo l'iniezione sopra i 20 psi contribuendo così a ridurre il rischio di danni ai nervi. Gli studi hanno dimostrato che l'iniezione di anestesia regionale a pressioni superiori a 20 psi può provocare danni ai nervi transitori o gravi (danni ai nervi transitori fino all'8% dei casi, e gravi danni ai nervi fino all'1% dei casi,.) La "sensazione" di iniezione è altamente soggettiva e varia da individuo a individuo. Gli studi mostrano costantemente che il 40% -70% delle iniezioni si verifica al di sopra di 20 psi, con una porzione significativa al di sopra di 30 psi,.

SAFIRA™ è stato progettato, utilizzando un approccio guidato dal medico, per incorporare un meccanismo di sicurezza ingegnerizzato che previene automaticamente l'iniezione al di sopra di 20 psi. La siringa proprietaria funziona con il driver che è calibrato per avviare un segnale di avviso quando viene raggiunta la soglia massima della pressione di iniezione e l'ulteriore iniezione viene immediatamente interrotta meccanicamente. All'interruzione automatica dell'iniezione, l'anestesista è quindi invitato ad effettuare controlli immediati, come la posizione dell'ago, e ad apportare i necessari aggiustamenti. Il dispositivo può essere ripristinato per continuare con l'iniezione solo quando l'anestesista è felice di continuare, contribuendo a ridurre il rischio di danni ai nervi accidentali dovuti all'iniezione ad alte pressioni.

L'attuale procedura di anestesia regionale richiede due operatori, un anestesista per posizionare l'ago utilizzando una sonda ecografica e un assistente per iniettare l'anestetico.

In uno studio che ha coinvolto 30 anestesisti, alla domanda sulla fiducia nel livello di pressione di iniezione applicata, 1 su 30 era sicuro che un assistente avrebbe applicato la pressione corretta e 2 su 30 avevano piena fiducia che sarebbero stati in grado di applicare la pressione corretta loro stessi,. Utilizzando SAFIRA™, l'anestesia regionale diventa una procedura a singolo operatore con l'anestesista che controlla l'intera iniezione, utilizzando il pedale SAFIRA™ per gestire l'infusione e l'aspirazione. Ciò offre agli anestesisti una maggiore sicurezza che non inietteranno oltre 20 psi grazie alla funzione di sicurezza integrata automatica che interromperà l'iniezione a pressioni > 20 psi.

 

 

, Borgeat A, Blumenthal S. Danno nervoso e anestesia regionale [Internet]. vol. 17, Parere attuale in Anestesiologia. 2004 [citato 2020 marzo 31]. p.417–21.
, Jeng CL, Torrillo TM, Rosenblatt MA. Complicanze dei blocchi nervosi periferici. Br J Anaesth [Internet]. 2010 [citato 2020 Mar 31];105(S1):97–107.
, Claudio e altri RAPM 2004 29:3 201 205
, Fong-Soe-Khioe R. Health Economic report Medovate commissionato da un economista sanitario dell'Università dell'East Anglia (UEA).